Jingle my bells (reprise)

Buy-Jingle-My-Bells-Funny-Adults-Christmas-Pajama-T-Shirt-4

Natale e giorni antecedenti NON possono avere sole accecante e dolce brezza primaverile, è SBAGLIATO.
Cazzo.
Siamo qui ad attaccarci a un solstizio d’inverno che somiglia sempre di più a quello estivo, leggete “Ultima Luce” di Altieri e avrete l’esatta percezione del mondo che aspetta i nostri nipoti, la bambina Greta manco se lo immagina un futuro del genere.

Va bene, Natale è comunque qui e va degnamente festeggiato con qualche pensiero sparso.

Lo ammetto, dopo aver spergiurato per anni che Ledger sarebbe stato il Joker inarrivabile per sempre, ho avuto uno scossone emotivo, Phoenix mette paura.
Mette DAVVERO paura.
Il sospetto è che la personalità dell’attore non sia poi così tanto distante dal character.
Il vero problema a questo punto è: quale Batman?
Volete rivedere Phoenix? Ci metterete ANNI a trovare un pipistrello all’altezza.

Dopo averlo tatuato sul petto ho riscoperto una vera passione per i lupi, quello sguardo giallo magnetico scatena un potere tutto particolare, bestie abituate a vivere nel precario della giornata e nell’impervio del clima, ma libere e ferocemente determinate.
Nel 2019 ho avuto modo di arrivare al confine del non ritorno, durante alcune litigate epocali sul lavoro.
Il lupo che è dentro di me ha provato a calare il velo della furia, per il momento non ci è riuscito.
Per il momento.

Ci sono molte cose che vorrei dire riguardo allo stare con una persona che non si ama più. Cose che hanno a che fare con la responsabilità della famiglia, dei figli, della casa che in fondo è solo un oggetto, ma cazzo in quell’oggetto ci hai messo l’anima.
Ci sono molte cose che si potrebbero fare, su cui ragionare, cose che mancano e che sono a portata di mano.
Basta coglierle.
Il 2020 nasce con una bella doppia cifra tonda e non è detto che questo non sia un segno, l’ultimo segno, l’ultima possibilità prima di svanire nel dimenticatoio.
Questo Natale deve servire anche a questo.
Dare una spinta in più.

Va ben, è ora di alzarsi dalla sedia da dove sto scrivendo e far partire l’allegro carrozzone rosso/verde, basta inserire la spina delle luci nella presa e illuminare l’albero, uscire e godersi questa vigilia, salire sulla slitta assieme al panzone e ‘mbriacarsi di Eggnog, che c’è sempre tempo per le pippe mentali, ma Natale viene una volta sola.

‘Fanculo, godetevelo.
Buon Natale

 

 

3 thoughts on “Jingle my bells (reprise)

  1. zoon ha detto:

    Gli I Ching, uomo, troverai molte risposte lì dentro.
    Buon solstizio, è ancora buio.

  2. dimaco ha detto:

    In Valsusa i lupi ripopolanti ogni tanto scendono a valle, perchè da mangiare non ce n’è. Qualcuno si aggira anche tra i bidoni delle borgate e li ribalta. Non so, tutto questo mi mette una certa tristezza.
    Buone cose e buone giornate, feste o non feste.

  3. Sara Provasi ha detto:

    L’odio per il Natale è il mio tema natalizio costante nel blog 😂
    E il troppo bel tempo ha aggiunto solo fastidio e senso di “non giusto” 🤐

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...